IL LUPO NEL PARCO DEGLI AURUNCI MAGGIO 2015

Purtroppo le numerose videoriprese e ritrovamenti di tracce testimoniano anche la presenza di cani randagi che mettono a rischio la fauna selvatica, compresa la stessa presenza del lupo nel nostro territorio.

“Il video visibile sulla nostra pagina Facebook, insieme alla recente scoperta del ritorno dello scoiattolo nero meridionale, e la recente segnalazione del ritrovamento di presunte tracce di capriolo, sono il risultati del lavoro di tutela e valorizzazione che l’Ente Parco porta avanti da 15 anni”, ha affermato il commissario del Parco regionale dei monti Aurunci, Michele Moschetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *