TRIVIO DAL LIBRO DEL CONTE COLINO FONDI

QUESTA EPIGRAFI TROVASI PRESSO LA CASA A TRIVIO DI CARLO FILOSA SINDACO DI MARANOLA
Giambattista Basile Archivio di letteratura popolare – Pagina 62
books.google.it › books



… riportiamo qui una lapide tolta da una fontana esistente nel comune di Maranola (Trivio), e che ora trovasi presso il notaio cav. Carlo Filosa. – Eccola. 1247 | QVESTA FONTANA | FO FACTA CVANNO LV PopVLV DE NAP | OLI NON VOLCE …1887 – ‎Visualizzazione snippet –

 Maranola ( Trivio), e che ora trovasi presso il notaio cav. Carlo Filosa. — Eccola. 1247 | QVES’I’A FONTANA [ F0 FACTA CVANNO | LV POPVLV DE NAP I OLI NON VOLCE AOC | ETTARE LVINO | VTITORE. sforzo per tentare una riscossa.Vincenzo Arabia – 1887 – ‎Visualizzazione snippet




A poca distanza da questo Comune(Maranola) è il piccolo villaggio di TRIVIO. Quivi è la chiesa dedicata all’apostolo S:Andrea con lo splendido portone fatto nel 1896 su disegno dell’istesso ingegnere Forte, essendo Parroco il nostro concittadino (di Fondi ndc) D. Ernesto de Bonis.
La prima famiglia di questo villaggio è quella dei ricchi ed ospitali signori Filosa (tanto amico della felice memoria del nostro genitore) e Carlo oggi Regio Notaio di Formia; il quale rappresentò il suo Comune (Maranola) per moltissimi anni in qualità di Sindaco e fu anche diverse volte Consigliere Provinciale. L’altro fratello Dottor Angelo Filosa, si ritirò in Gaeta, dove è stato sempre consigliere ed assessore comunale nonché presidente della Congrega di Carità. In questi ultimi anni si è ritirato nella sua magnifica Villa che si eresse presso Vendicio.
Quello che mi preme  sottolineare sono le affermazioni dell’Autore Giovanni Conte Colino, non solo riguardo l’ingegnere Forte autore del disegno del portale della chiesa di Trivio, ma soprattutto di Carlo Filosa che scopriamo anche Notaio a Formia( oltre a sindaco di Maranola per 20 anni e consigliere provinciale) ma più interessante anche l’impegno politico e sociale del fratello dottor Angelo, amministratore a Gaeta e quindi proprietario di una “magnifica villa a Vindicio”.
Certamente la Famiglia Filosa doveva essere una delle più facoltose ed influenti non solo nel Golfo di Gaeta, ma anche in Terra di Lavoro.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *